Novità

18.01.2017

Salute e medicina

Gli anziani italiani sono i più altruisti d’Europa.

I nostri over 65 sono i più altruisti d’Europa con il numero maggiore di ore di volontariato. Questi dati sono stati presentati dagli esperti della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg), su uno studio condotto in 28 paesi europeo. Infatti sono tre milioni gli anziani sugli oltre 13 milioni totali che si dedicano all’assistenza di un familiare, figli e nipoti ma anche genitori ancora più anziani, la percentuale più alta fra tutti i paesi studiati. Ad abbassare però la posizione in classifica sugli indicatori di invecchiamento attivo, che ci vede al quattordicesimo posto, ci sono soprattutto il dato di anziani che lavorano, con un tasso di occupazione pari al 27% contro il 46% della media europea e le minori misure per favorire l’invecchiamento attivo e il grado di indipendenza rispetto a paesi dal welfare più sviluppato come quelli scandinavi. Al di là delle classifiche i dati sono positivi, secondo il presidente Sigg Nicola Ferrara, in quanto abbiamo sei milioni di over 65 del tutto autonomi: “Questi nuovi anziani, attivi e propositivi, si mantengono meglio in salute e sono una risorsa per il Paese: l’attività di volontariato, per esempio, può e deve essere incentivata negli anziani, perché è un metodo ideale per continuare a sentirsi utili agli altri, per non isolarsi”.

Cos’è l’indice di invecchiamento attivo?

L’indice misura la possibilità degli anziani di realizzarsi pienamente in termini di occupazione, partecipazione sociale e culturale, mantenimento dell’autonomia. L’indice è costruito utilizzando indicatori quali il tasso di occupazione, lo svolgimento di attività di volontariato, la partecipazione politica, lo svolgimento di esercizio fisico, l’accesso ai servizi sanitari, la sicurezza economica. Viene anche valutata la misura in cui l’ambiente esterno è favorevole all’invecchiamento attivo degli anziani, attraverso indicatori quali l’aspettativa di vita, il benessere psicologico, l’uso delle tecnologie, il grado di connettività.