Novità

18.10.2017

Salute e medicina

Alzheimer, l'intelligenza artificiale 'scopre' la malattia 10 anni prima

“Una svolta”, la definisce il quotidiano londinese Times, riportando un’intervista della dottoressa La Rocca al settimanale New Scientist in cui la studiosa afferma che la nuova tecnica ha anche il vantaggio di essere più economica e meno invasiva di altre finora utilizzate. (Fonte La Repubblica)

Parlare di una cura per sconfiggere l’Alzheimer, in questo momento, è pura utopia, tuttavia avere una diagnosi precoce è molto importante in quanto consente una preparazione che possa rallentare i sintomi della malattia e che possa preparare l’impatto emotivo in famiglia.

Forse è bene ricordare che in Italia ci sono oltre 600 mila malati di Alzheimer e che questo numero nei prossimi 20 anni è destinato a crescere di quasi il 50% a causa dell’innalzamento dell’età media della popolazione.

 

L'importanza della assistenza professionale e qualificata

Purtroppo lo sforzo rivolto a migliorare le condizioni dei malati di Alzheimer sul fonte scientifico non è sufficiente, i pazienti affetti da questa malattia necessitano di una cura specifica anche per quanto riguarda la normale quotidianità, vanno curati nelle proprie mura domestiche, inserire in Istituti di Cura un paziente con demenza accelera il suo decadimento cognitivo, pertanto è necessario istituire figure professionali preparate ad assistere i pazienti con demenza nelle proprie dimore.

Sono sempre più numerose le associazioni di malati di Alzheimer che svolgono una attività intensa per sensibilizzare l’opinione pubblica e preparare i familiari coinvolti nel superare le criticità che la malattia comporta. Quasi nulla, invece, viene fatto sul fronte delle Badanti e degli assistenti familiari, spesso non hanno alcuna preparazione specifica e questo va ad aggravare la cura del paziente.

La Divisione Family Care di Openjobmetis periodicamente organizza dei corsi di aggiornamento rivolti a tutti gli assistenti familiari somministrati, in particolare viene svolto un seminario in cui vengono spiegate le caratteristiche principali delle malattie dovute al decadimento cognitivo del soggetto e vengono spiegate le varie metodologie per gestire al meglio le criticità ad esse dovute.