Novità

19.07.2017

Normativa e adempimenti

Vacanze estive e assistenza domiciliare, con Family Care si può.

Le vacanze estive sono alle porte e le famiglie che si occupano in maniera continua dell’assistenza di una persona anziana, possono sentire la necessità di fermarsi un momento – prendere fiato – e recuperare le energie che servono per prendersi cura di una persona non più giovane, sia essa autosufficiente o non. Ecco che qualche notte lontani da casa permette di “staccare la spina” e riposare. Questo vale per tutti, specialmente per i caregiver, e il dubbio è sempre lo stesso: quale può essere la soluzione di assistenza al mio caro più adatta? È meglio una badante o una casa di riposo o un soggiorno estivo? Non è sempre facile capire quale sia la scelta migliore quando si parla di assistenza per gli anziani perché ogni situazione è diversa.

SOGGIORNI ESTIVI

Se la persona anziana è ancora autosufficiente e può allontanarsi da casa, una buona alternativa potrebbero essere i soggiorni estivi per anziani sia proposti dal proprio Comune di Residenza sia da privati in residenze dedicate. Queste strutture assistite sono una via di mezzo tra una struttura assistenziale e una struttura per le vacanze. L’anziano può godere di una certa autonomia, può rilassarsi in ambienti climatici favorevoli (normalmente queste strutture sono al mare, in montagna o alle terme), dedicarsi ad attività organizzate e allo stesso tempo godere di un’assistenza 24 ore su 24 da parte di infermieri e professionisti.

CASE ALBERGO E RSA

Se la persona anziana ha lievi o medi problemi di deambulazione, disabilità o disagi motori di vario tipo, la soluzione può essere rappresentata dalla casa di riposo o da strutture residenziali, che propongono anche soggiorni a breve termine, non permanenti, i cosiddetti “soggiorni sollievo”. Questa soluzione risponde al fabbisogno di soluzioni personalizzate di ricovero o soggiorno in una struttura sanitaria rispetto al proprio grado di autosufficienza. Il servizio di “ricoveri di sollievo”, oltre all’assistenza medica e infermieristica quotidiana, offrono attività ricreative di varia natura a seconda del livello di autosufficienza o non dell’anziano. La famiglia può rivolgersi sia a strutture private sia a strutture convenzionate – chiedendo al comune di residenza. Hanno prerequisiti di accesso differenti, pertanto è necessario verificare contattandoli singolarmente.

ASSISTENZA DOMICILIARE

Se la persona anziana non può essere spostata dalla propria residenza e necessità di un’assistenza domiciliare continua, è consigliabile rivolgersi ad un servizio professionale che gestisce la selezione, assunzione e gestione di badanti. Può anche succedere che la badante, che già assiste la persona anziana, debba assentarsi durante il periodo estivo per godere delle ferie maturate. Anche in questo caso ci si può rivolgere ad un’agenzia che si occupa anche della selezione, gestione e assunzione di badanti per un breve periodo come quello della sostituzione.

In questa ultima soluzione, la Divisione Family Care può essere di supporto alle famiglie: infatti può occuparsi dell’individuazione della badante più adeguata in base alle esigenze e alla patologia dell’anziano e predisporre un piano assistenziale su misura. Oltre all’assistenza domiciliare con badante, la divisione può gestire anche soluzioni personalizzate che prevedono servizi infermieristici o fisioterapici a domicilio.